Marco Bechi

Schermata 2018-05-23 alle 15.14.07

Comments off

Ecco che inizia il mio viaggio annuale alla scoperta delle cantine toscane.
Prima tappa è la Fattoria di Rignana nel territorio di Panzano in quel di Greve in Chianti (FI) dove ci aspetta Cosimo Gericke.

Cosimo Gericke nel vigneto di canaiolo
Cosimo Gericke nel vigneto di canaiolo

Cosimo ci fa visitare la vigna e intanto ci racconta di quando nel 1999, con regolare contratto di affitto, subentrò al padre Arminio nella gestione aziendale iniziata da lui nel 1966. I pensieri erano diversi e grazie alla sua esperienza acquisita da giovane in Sud Africa, fece subito grandi trasformazioni modernizzando la cantina. Senza dubbio anche la vicinanza a Giulio Gambelli, forse il più grande assaggiatore di sangiovese della storia vitivinicola italiana, che a volte accompagnava come autista in giro per le aziende, ha contribuito a formare il carattere vitivinicolo di Cosimo Gericke. Da sempre biologica per convinzione l’azienda è comunque certificata dalla vendemmia 2014. Nel tempo sono stati impiantati 10 ha di nuovi vigneti tra cui la vigna di canaiolo prospicente la villa. Cosimo pensa all’azienda con particolare attenzione alla cantina con l’aiuto agronomico nel vigneto di Franco Gabrielli e enologico di Paolo Salvi per i vini.

Un tavolo da degustazioni direttamente in vigna, cosa si può avere di meglio
Un tavolo da degustazioni direttamente in vigna, cosa si può avere di meglio

I vigneti circondano la villa dove si trova un agriturismo e nelle vicinanza anche un ristorante ed è situato in una bella collina esposta a sud-est e sud-ovest ad una altitudine di 450 mt. slm. su terreni galestro-calcareo argillosi con molto scheletro.

La veduta dalla parte della cantina
La veduta dalla parte della cantina

La densità è di 5.500 piante per ha. tutte allevate a guyot. Un clone aziendale di canaiolo è stato recuperato nel 2003 e moltiplicato per ottenere una unica vigna da cui si produce il canaiolo in purezza proposto nel tipico fiaschetto toscano.

La veduta dal ristorante situato nel piccolo borgo
La veduta dal ristorante situato nel piccolo borgo

Dopo Cosimo ci accompagna in cantina dove si trovano vecchi resti della tradizione che voleva l’uso dei fiaschi.

Un vecchio sgocciolafiaschi cimelio della cantina
Un vecchio sgocciolafiaschi cimelio della cantina

Le maggior parte delle barrique sono state sostituite da tonneau che secondo la cognizione attuale producono un vino migliore.

La cantina dei legni
La cantina dei legni

Attraversando la villa si nota l’antica storia vedendo la vecchia cucina, usata tutt’oggi per le colazioni dell’agriturismo.

La vecchia cucina della fattoria
La vecchia cucina della fattoria

Ed anche si possono osservare collezioni di ricci che rappresentano il logo della Fattoria di Rignana.

Il Riccio simbolo della Fattoria di Rignana
Il Riccio simbolo della Fattoria di Rignana

Esternamente alla villa si trova un bel giardino circondato da alberi secolari.

Il parco della villa
Il parco della villa

Alla fine della visita ci siamo seduti con Cosimo ed abbiamo assaggiato i vini in uscita quest’anno.

Cosimo Gericke e i suoi vini
Cosimo Gericke e i suoi vini

I vini assaggiati sono stati: Rosato 2017, Chianti Classico 2015, Chianti Cl. Ris. 2014, Chianti Cl. Gran Selezione Villa di Rignana 2015, Riccio 2015, Canaiolo 2015 ma non ve ne parlo perchè è sempre meglio andare in azienda ed assaggiarli di persona.

Fattoria & Villa di Rignana ©2005-2015 - P.I 02262440486 Privacy & Cookies Policy